Intorno ai 12 mesi solitamente un bambino inizia a muovere, oppure tenta di muovere i suoi primi passi. Un momento importantissimo nella vita di ogni bambino. Momento tanto importante quanto delicato.

L’istinto di ogni genitore, nonno, parente, è quello di aiutare il piccolo, di agevolarlo per poterlo rendere più sicuro, e a volte, per accelerare questo processo.

Un bambino alle prese con i primi passi, si sa, è davvero molto impegnativo e non va perso di vista per un secondo. Una fonte di stress per molti genitori che pensano di risolvere con un aiuto speciale: il girello.

Il girello per i bambini sì o no?

Appare ovviamente come una soluzione perfetta. Lasciare il bambino “camminare” con il girello si pensa di aiutarlo senza alcun pericolo. Una soluzione apparente per le mamme che devono anche occuparsi della casa, o di eventuali fratelli.

Il girello è realmente di grande aiuto come molti pensano?

Tendenzialmente no! Il girello potrebbe fare più male che bene. Secondo alcuni specialisti, il principale difetto del girello è proprio quello di non aiutare il bambino a sviluppare le sue capacità motorie, ritardando l’apprendimento dell’equilibrio e la coordinazione dei movimenti.

Per camminare, infatti, un bambino deve prima imparare a rimanere in equilibrio in posizione eretta da solo. Cosa non possibile con il girello che impedisce al bambino di sperimentare qualche caduta, fondamentale nell’apprendimento dei primi passi.

Infine, è importante precisare che nonostante il girello sembri una “sicurezza”, si contano ancora troppi incidenti domestici, proprio a causa sua.

Il girello è da bandire?

In alcuni paesi come il Canada non viene più nemmeno venduto. Sarebbe sempre meglio riuscire a fare senza (tenendo conto anche dell’ingombro dell’oggetto in questione) ma se lo si vuole proprio usare bisogna seguire le regole di sicurezza e mai abusarne.

Alcuni specialisti affermano che potrebbe essere leggermente di aiuto per i bambini più “in carne” che fanno più fatica ad alzarsi in piedi dei loro coetanei. Quanto meno all’inizio e per un breve periodo.

Attenzione però: bisognerà sempre tenere d’occhio il piede del bambino, che dovrà essere poggiato interamente a terra, uno dei rischi del girello essendo di fare si ché il bimbo impari a camminare in punta di piedi.

Come usare il girello?

Se proprio lo si vuole usare, bisognerà farlo per un tempo breve, sempre sotto sorveglianza di un adulto. Bisognerà quindi assicurarsi:

1 Che il bambino non rischi di andare a sbattere contro i mobili

2 Che il bambino non arrivi ad afferrare oggetti pericolosi

3 Che il terreno sia libero, senza tappeti o su pavimenti non levigati