Facciamo scelte ogni giorno, scegliamo cosa indossare, cosa mangiare, che libri leggere, che opinione politica avere, come trascorrere il tempo libero, che amici frequentare. Le scelte che fanno paura non sono però quelle che riguardano noi stessi, perché per quelle ci assumiamo la responsabilità delle conseguenze di ciò che scegliamo. E va bene così.

Le cose cambiano però quando hai un figlio e ti rendi conto che dovrai scegliere per lui (per molto molto tempo) e dovrai farlo bene.

Sembra una banalità, ma vi siete mai fermati a pensare a quanto questa cosa sia immensamente complicata? Sì perché dietro ogni scelta c’è una vocina dentro di noi che dice “scegli per il suo bene”.

Ecco perché fin da piccolissimi cerchiamo di incoraggiarli senza giudicarli, facciamo del nostro meglio per essere empatici davanti ai loro capricci.

E poi ci sono tutta quella serie di scelte di carattere pratico che certo non sono meno importanti come la sua alimentazione, le scuole che frequenta, il suo abbigliamento.

Siamo attenti sotto ogni aspetto della sua crescita ma allora com’è possibile che secondo un recente sondaggio il 65% dei bambini non indossa le scarpe giuste per il suo piedino? Proprio così, circa un terzo dei bimbi porta calzature troppo strette o non adatte perché non tengono conto dell’anatomia e della morfologia del piede. Un dato allarmante poiché una scelta errata in fatto di calzature, in tenera età, può dare luogo anche a deformazioni ai piedi (come l’alluce valgo o i cosiddetti “piedi piatti”…per fare qualche esempio) e in generale possono comportare seri problemi di salute e di postura.

Processed with VSCO with hb2 preset

 

Ma allora quali caratteristiche deve avere la scarpa giusta per un bambino? La risposta l’ho trovata nel brand Walkey che ho scoperto recentemente e che è entrato di diritto tra i miei preferiti per quanto riguarda le calzature che scelgo per Flavia.

Il perché è presto detto perché le caratteristiche della calzature Walkey parlano chiaro: ogni scarpa ha struttura e del design ergonomico, altro fattore fondamentale che concorre all’eccellenza e alla sicurezza delle calzature Walkey è quello dei materiali e dei processi di lavorazione utilizzati. I pellami sono pregiati,, il plantare anatomico è in vera pelle e il fondo extraflex che garantisce massima flessibilità unita a solidità ed affidabilità per il fondo, che assicura equilibrio e protezione al piede del bambino. La chicca è la speciale solettina traspirante con estratti di aloe vera.

Se ai materiali scelti, naturali ed ecologici e l’accurato studio della costruzione della scarpa, si aggiunge anche un delizioso gusto estetico, capirete perché le scarpe Walkey mi piacciono parecchio!

Valentina Grispo

1-3

2